COSA NE PENSATE DI JEFFERY DEAVER? IL VS. LIBRO PREFERITO.


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Autore Messaggio
Demonfly
Vice Sovrintendente
Messaggi: 242
Località: Roma
MessaggioInviato: Mar 25 Set, 2007 3:42 pm    Oggetto:   

jakken ha scritto:

Se metti da parte Connelly, Patterson è un ottima alternativa (nel ciclo di Alex Cross ci sono dei capolavori come Gatto & Topo, forse il più bel thriller che abbia mai letto.)


Il fiume nero dell'anima, Koontz, è il mio preferito assoluto... forse dopo Il poeta Wink
Alessandro
www.alexmai.it
nuovo romanzo: Marionette
LadyEder
Agente scelto
Messaggi: 158
MessaggioInviato: Mar 25 Set, 2007 4:58 pm    Oggetto:   

perchè non la si finisce questa serie? è forse noiosa?
cmq volevo dire appunto che il detective bosch e lontano anni luce dal tipo di investigazione che potrebbe fare un lincoln rhime appunto perchè in deaver non c' è traccia di analisi istintuale, non c'è spazio per deduzioni ma solo per le prove... henry bosh è un detective a 360 gradi, lincoln rhime è uno scienziato prima di tutto
jeff90
Macchina di Rube Goldberg Macchina di Rube Goldberg
Messaggi: 49
Località: milano
MessaggioInviato: Mar 25 Set, 2007 6:46 pm    Oggetto:   

Esatto, Questo è ciò che jakken non ha capito è che te vuoi delle analisi scientifiche no deduzioni no testimonianze solo prove scientifiche solo PROVE non deduzioni.
Connelly è molto bravo e dopo Deaver e King è il mio preferito però la Cornwell porta avanti uno stile decisamente Deaveriano.
Deaver my love
jakken
Agente scelto
Messaggi: 154
MessaggioInviato: Mar 25 Set, 2007 8:59 pm    Oggetto:   

jeff90 ha scritto:
Esatto, Questo è ciò che jakken non ha capito è che te vuoi delle analisi scientifiche no deduzioni no testimonianze solo prove scientifiche solo PROVE non deduzioni.
Connelly è molto bravo e dopo Deaver e King è il mio preferito però la Cornwell porta avanti uno stile decisamente Deaveriano.


Caro Jeff90 ho capito molto bene invece. I libri che leggi tu oggi li ho già letti minimo una decina di anni fa... ed inoltre capisco ciò che leggo.
Forse non hai capito tu che la mia risposta era riferita a questa frase di Lady:"connelly che mi sa tanto di detective in stile sherlock".
E mi sembra ovvio che i libri di Connelly con quelli dedicati a sherlock non centrano una mazza (che non vuol dire che siano più o meno belli...)

Per Lady:Riguardo la Cornwell, ripeto, fai bene a leggerla. Solo che, tra le righe, sottovoce, ho spifferato il male di questa serie. Troppo lunga, personaggi strizzati all'inverosimili tanto che negli ultimi libri che ho letto mancavano proprio gli argomenti...
Comunque son gusti e come anticipato prima, è giusto che tu ci sbatta la testa. Poi, se non ti fai male, continua tranquillamente, ci mancherebbe altro.

Per chiudere, ragazzi. Fate bene ad avere una passione sviscerata per un autore molto bravo come Deaver. Vorrei tornare io alla vostra età quando molti scrittori erani miei eroi, creatori di mondi, donatori di ore e ore di goduriosa lettura.
Ma arriverà il tempo in cui diventerete più smaliziati rispetto il vostro autore preferito. E non scuotete il capo, accadrà. Quando lo dicevano a me riguardo King, Deaver, Koontz & Co. scuotevo la testa dicendo che non li avrei mai traditi. Poi mi sono accorto che erano loro, spesso, a tradire le mie aspettative... (si cresce e si diventa più esigenti...)
Godetevi questa fase, godetevela alla grande... e spero per voi che rimanga "luccicosa" a lungo.
Saluti a entrambi Wink
jakken
Agente scelto
Messaggi: 154
MessaggioInviato: Mar 25 Set, 2007 9:01 pm    Oggetto:   

Demonfly ha scritto:
jakken ha scritto:

Se metti da parte Connelly, Patterson è un ottima alternativa (nel ciclo di Alex Cross ci sono dei capolavori come Gatto & Topo, forse il più bel thriller che abbia mai letto.)


Il fiume nero dell'anima, Koontz, è il mio preferito assoluto... forse dopo Il poeta Wink


Dillo forte Demon Wink
jeff90
Macchina di Rube Goldberg Macchina di Rube Goldberg
Messaggi: 49
Località: milano
MessaggioInviato: Mer 26 Set, 2007 7:25 am    Oggetto:   

grazie jakken ne farò tesoro
Deaver my love
jakken
Agente scelto
Messaggi: 154
MessaggioInviato: Mer 26 Set, 2007 12:03 pm    Oggetto:   

Jeff, invece quel che non ho mai letto di Deaver è una raccolta di racconti... penso curata da lui e non solo sponsorizzata e trainata dal suo nome.
Non mi ricordo nemmeno il titolo... Ne sai qualcosa? Qualità, ecc...
LadyEder
Agente scelto
Messaggi: 158
MessaggioInviato: Mer 26 Set, 2007 1:26 pm    Oggetto:   

spirali è il titolo di una delle sue antologie meglio riuscite, contiene 16 racconti, tra cui un inedita indagine di lincoln rhime dal titolo regalo di natale. però non saprei, ero tentata di comprarlo, ma effettivamente deaver stesso conviene che in tali racconti non c'è spazio per le sfumature ed il tutto è concentratissimo...preferisco i romanzi a questo tipo di approccio sbrigativo e forse superficiale, non saprei...
jeff90
Macchina di Rube Goldberg Macchina di Rube Goldberg
Messaggi: 49
Località: milano
MessaggioInviato: Gio 27 Set, 2007 12:19 pm    Oggetto:   

quella che ti riferisci è suspense curata da Deaver e contiene i racconti dei più grandi scrittori di thriller/horror King, Deaver stesso con un racconto, ecc.
Deaver my love
U.Mazzotta
Agente
Messaggi: 69
Località: Napoli
MessaggioInviato: Gio 27 Set, 2007 1:58 pm    Oggetto:   

LadyEder ha scritto:
deaver stesso conviene che in tali racconti non c'è spazio per le sfumature ed il tutto è concentratissimo...preferisco i romanzi a questo tipo di approccio sbrigativo e forse superficiale, non saprei...


È un peccato che da noi in Italia prevalga quest'idea (non lo dico come una critica a te, LadyEder, è una constatazione).
Il racconto (un racconto ben scritto, naturalmente) può essere concentratissimo e fulminante, ma non per questo sbrigativo e men che meno superficiale. È semplicemente diverso dal romanzo.
Può essere più difficile scrivere un ottimo racconto che non un ottimo romanzo…

Poi, naturalmente, tutti i gusti sono gusti Wink
jeff90
Macchina di Rube Goldberg Macchina di Rube Goldberg
Messaggi: 49
Località: milano
MessaggioInviato: Gio 27 Set, 2007 2:23 pm    Oggetto:   

per mazzotta e per utti:
I romanzi a me personalmente intrigano di più perchè ti ci affezioni ai personaggi e appassioni alla storia.
Un racconto ben scritto però è un' ottima lettura soprattutto leggendo spirali e suspense si trova l'essenza del racconto breve conciso fulmineo ed incisivo.
Vi consiglio di leggere un libro chiamato deviazioni dove sono raccolti due racconti che sono lunghi però, diciamo un misto fra romanzo e racconto una via di mezzo nato dalla idea di Ed McBain che ha deciso di scegliere due fra questi racconti lunghi.
Compaiono Deaver con "Insieme per sempre" e il "compromesso di Keller" di lawrence Block.
Ciao
Deaver my love
LadyEder
Agente scelto
Messaggi: 158
MessaggioInviato: Gio 27 Set, 2007 4:42 pm    Oggetto:   

se una lettura è appassionante non importa naturalmente il numero delle pagine ma per quanto mi riguarda tendo (sbagliando, forse) a "familiarizzare" con i personaggi dei miei libri (soprattutto quelli seriali) e quando un libro o una serie finisce provo quasi un senso di abbandono...non so, è insiegabile, forse anche stupida come cosa, ma è così...ed è per questo che non mi vanno a genio i racconti...
in più adoro i particolari
jakken
Agente scelto
Messaggi: 154
MessaggioInviato: Gio 27 Set, 2007 7:56 pm    Oggetto:   

U.Mazzotta ha scritto:
LadyEder ha scritto:
deaver stesso conviene che in tali racconti non c'è spazio per le sfumature ed il tutto è concentratissimo...preferisco i romanzi a questo tipo di approccio sbrigativo e forse superficiale, non saprei...


È un peccato che da noi in Italia prevalga quest'idea (non lo dico come una critica a te, LadyEder, è una constatazione).
Il racconto (un racconto ben scritto, naturalmente) può essere concentratissimo e fulminante, ma non per questo sbrigativo e men che meno superficiale. È semplicemente diverso dal romanzo.
Può essere più difficile scrivere un ottimo racconto che non un ottimo romanzo…
Poi, naturalmente, tutti i gusti sono gusti Wink


Sono perfettamente d'accordo con te. Anche perchè, se ci penso un pò, credo che molta letteratura di genere, in primis l'horror, abbia come fondamenta più racconti che romanzi.
E' anche vero che io ho iniziato ad apprezzarli più o meno in seconda superiore (una raccolta di King...), maturando, imparando a cogliere sfumature che nei racconti, per forza di cose, devono essere più sottili e taglienti poichè l'effetto deve essere immediato più che ragionato.
Un racconto è una lettura come un altra... non bisogna pensare ad affezionarsi o meno a dei personaggi, al fatto che 50 pagine, forse, non ci soddisferanno, ecc...
Ci sono racconti che ho riletto 10/15 volte - non scherzo - e ci ho trovato sempre qualcosa di diverso.
La verità la dirà il contenuto del racconto, non certamente il numero di battute.
Detto ciò, posso dire di odiare fortemente tutti quei concorsi che spronano la gente a scivere dei racconti, o peggio ancora mini-racconti, in tot battute. Inutile esercizio che, quasi sempre, è solo svelatore di stile a discapito di contenuti banalissimi.
Il bello che sti concorsi assurdi qui da noi abbondano... e io m'incazzo. Twisted Evil
E' sempre la storia che si dipana nella mente dello scrittore e la spinta che possiede a dire quanto in là si andrà; mai il contrario.
Per me sarebbe davvero assurdo sedermi, e dire:"bene, oggi scrivo una bella storiella in 3000 battute". Ecco, racconti scritti con questa modalità (esercizi, ripeto) li cestino senza pensarci due volte. Wink
Statevi bene

PS: e comunque penso che la comprerò la raccolta di Deaver... quella che avete suggerito voi due giovincelli deaveriani Mr. Green
jeff90
Macchina di Rube Goldberg Macchina di Rube Goldberg
Messaggi: 49
Località: milano
MessaggioInviato: Gio 27 Set, 2007 8:13 pm    Oggetto:   

comunque quella CURATA da Deaver si chiama "suspense" invece l'antologia di racconti scritti tutti da Deaver si chiama "Spirali" e contiene il racconto il regalo di natale con una breve di Lincoln e amelia.
Ciao e comunque suspense costa 8.00€ invece spirali 18 perchè non esiste l'edizione economica
Deaver my love
jakken
Agente scelto
Messaggi: 154
MessaggioInviato: Gio 27 Set, 2007 8:21 pm    Oggetto:   

Grazie per le info!
volevo dire una cosa, poi...
Ma Deaver non starebbe meglio rapato a zero, piuttosto di portare quelle due appendici aerodinamiche ai lati della sua "preziosa testa"?
scherzo nè! Mr. Green ... però se lo incontro mi apposto silenzioso e... zac zac Twisted Evil ...
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Parliamo di libri Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum